NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Percorsi Ciclamino - Sentiero n.1

Strada ai Monti

Antica strada forestale, non carrabile, che si inoltra nei boschi di faggio trasformandosi in un sentiero che si biforcherà nei percorsi 1a, 1b e 1c.
Il percorso inizia nella parte alta dell’abitato di Pigra in località “Su Frecia” e dopo 400 metri si incontra la croce in cemento di “Crusia Piana” (m.1020 slm) facente parte del percorso delle 7 croci. Dopo altri 700 metri di cammino (m.1150 slm) si trova un abbeveratoio, l’antico “panée”, una volta utilizzato dagli animali al pascolo, ora da cervi, caprioli e cinghiali.
A 1900 metri dalla partenza (m.1250 slm) la strada si biforca nei sentieri 1A e 1B:
Sentiero 1a - dopo un ripido tratto sbuca sul crinale, “la bocchetta di Pigra” (m.1323 slm), per poi continuare, girando a destra verso nord, sul panoramico sentiero della famosa “Via dei Monti Lariani” verso l’Alpe di Colonno.
Sentiero 1b - si inoltra nel bosco, senza particolari dislivelli per congiungersi con la strada militare asfaltata (progressivo 2900 - m. 1230 slm) in direzione Alpe di Colonno (m. 1322 slm).
Sentiero 1c - In cresta fino al Pizzo Pasquella (m.1367 slm) dove si può ammirare il miglior punto panoramico con vista sull’abitato di Pigra e sul lago di Como.

Alpe di Colonno through the Road to the Mountain

Old forest road, not suitable for vehicles, which goes into the beech woods turning into a path that will fork in the paths 1a, 1b and 1c.The route begins in the higher part of Pigra "On Frecia" and after 400 meters reaches cross of "Crusia Piana" (m.1020 asl), part of the 7 crosses path. After another 700 meters walk (m.1150 asl) there is a watering hole, the old "Panee", once used by grazing animals, now by deer, roe deer and wild boar. At 1900 meters from the start (m.1250 asl) the road forks in paths 1A and 1B.
1A- after a steep stretch "the mouthpiece of Pigra" appears on the ridge (m.1323 above sea level), and then continues, turning right towards the north, on the panoramic path of the famous "Via dei Monti Larijani" to the Alpe di Colonno.
1b - goes into the woods, with no particular climb, to link up with the paved military road (progressive in 2900 - m. 1230 above sea level) in the direction of Alpe di Colonno (m. 1322 above sea level).
1c - In ridge to the Pizzo Pasquella (m.1367 asl) where you can admire the best vantage point with panorama on the Pigra village and Lake of Como.

Zur Alpe di Colonno über die Strada ai Monti

Nicht befahrbarer alter Forstweg, der in Buchenwälder hineinführt und dann als Pfad in die Wege 1a, 1b und 1c abzweigt.
Die Route beginnt im oberen Teil von Pigra in der Ortschaft "Su Frecia". Nach 400 Metern erreicht man das Betonkreuz "Crusia Piana" (1020 m ü.d.M.), das zum Wanderweg der 7 Kreuze gehört. Nach weiteren 700 Metern (1150 m ü.d.M.) befindet sich die alte Tränke "panée da Gus", einst von Weidetieren und heute von Rehen, Hirschen und Wildschweinen benutzt . 1990 m nach dem Ausgangspunkt (1250 m ü.d.M.) gabelt sich die Straße in die Wege 1a und 1b.
Weg 1a - Nach einer steilen Strecke mündet er auf dem Gebirgskamm "la bocchetta di Pigra" (1323 m ü.d.M.) und führt dann rechts nach Norden auf dem berühmten Panoramaweg "Via dei Monti Lariani" zur Alm Alpe di Colonno.
Weg 1b - Er geht in den Wald und führt ohne besondere Höhenunterschiede zur asphaltierten Militärstraße (laufende Nummer 2900 - 1230 m ü.d.M.) in Richtung der Alm Alpe di Colonno (1322 m ü.d.M.).
Weg 1c - Auf dem Bergkamm bis zum Gipfel Pizzo Pasquella (1367 m ü.d.M.), von dem man aus den besten Panoramablick auf den Ort Pigra und den Comer See hat.

Dati Strada ai Monti per l'Alpe di Colonno

Percorso 1a:
Lunghezza: 4.9 km
Dislivello max: 480 m
Durata: 1h 50 min circa

Percorso 1b:
Lunghezza: 4.2 km
Dislivello max: 400 m
Durata: 1h 30 min circa

N.B.:Percorrere sentieri di montagna richiede calzature ed indumenti adeguati, valutazione delle proprie attitudini e capacità fisiche.
Attenzione ai cambiamenti di tempo.

Percorsi Ciclamino - Sentiero n.2

Strada di Mezzo

PERCORSO MEDITATIVO

Il sentiero della “strada di mezzo” taglia il bosco orizzontalmente senza particolari dislivelli.
Facile ed ombreggiato si snoda fra alti faggi ed in un ambiente quieto in cui tutti i sensi del visitatore vengono catturati dal fruscio del vento, dallo scrosciare dell’acqua e dal canto degli uccelli.
La parte iniziale attraversa una pineta e prosegue fra vecchi muri a secco, e torrentelli (in pigrese: “quai”) per poi giungere ad una fontana per l’abbeveraggio degli animali.
Più avanti il sentiero di stringe fino al termine del percorso, contrassegnato da apposita segnaletica.

MEDITATIVE PATH

The path of the "middle road" cuts the wood horizontally with no elevation gain. Easy and shaded, it twists and turns among tall beech trees and in a quiet environment where all visitor senses are captured by the rustle of the wind, the roar of the water and the birds singing.
The first part goes through a pine forest and continues through old stone walls, and small streams (in pigrese: "quai"), then it reaches a fountain for watering animals. Further along the path shrinks up to the end of the route, marked with appropriate signs.

BESINNUNGSWEG

Der Weg “strada di mezzo“ (mittlerer Weg) durchquert den Wald horizontal ohne besondere Höhenunterschiede. Einfach und schattig verläuft er an Buchen entlang in einer ruhigen Umgebung, in der alle Sinne des Wanderers vom Rauschen des Windes, vom Plätschern des Wassers und vom Gesang der Vögel angesprochen werden.
Der erste Teil geht durch einen Pinienwald und führt dann entlang alter Trockenmauern und Wildbächen (im Pigreser Dialekt: “quai“) zu einem Brunnen, der als Tiertränke dient. Weiter vorne wird der Weg bis zum beschilderten Ende hin enger.

Dati Strada di Mezzo


Lunghezza: 2.6 km
Dislivello max: 90 m
Durata: 45 min circa

Percorrere sentieri di montagna richiede calzature ed indumenti adeguati, valutazione delle proprie attitudini e capacità fisiche.
Attenzione ai cambiamenti di tempo.

Percorsi Ciclamino - Sentiero n.3

Corniga - Alpe di Colonno

Il percorso, con partenza dal piazzale della Società Operaia (m. 890 slm), fino a Corniga è facile e si snoda tra boschi di castagni e faggi; dopo circa 100 metri si trova la Cappelletta della Madonna del Soccorso con vicina una delle 7 croci.
Di vero interesse è l’abbeveratoio chiamato “Pané di Mezza Cavalla”, passato il quale si raggiunge il bivio di Terman, dove si dovrà procedere a destra in discesa verso le baite di Lomia.
Si attraversa, poi, il torrente Camoggia (dai pigresi chiamato “Mulino”) e proseguendo in salita, si giunge, prima, alle poche case di Serta (m.830 slm) ed infine a Corniga (m.760 slm).
Era questo un antico villaggio di pastori e contrabbandieri, le cui case e stalle sono state recentemente restaurate conservando le caratteristiche mura in pietra e le viuzze in acciottolato. Deliziosa la piccola Chiesa con portico dedicata a Sant’Anna, datata 1631 e, dietro di essa la nevera.
Da Corniga si può proseguire per l’Alpe di Colonno (m.1322 slm) in circa un’ora e mezza percorrendo un sentiero sterrato molto panoramico e soleggiato che attraversa l’abitato di Solasco. (si segnala che il dislivello fra Corniga e L’alpe di Colonno è di circa 600 m.)

The route, starting from the square of the Workers' Association (m. 890 slm), up to Corniga is easy and twists and turns through forests of chestnut and beech trees; after about 100 meters there is the chapel of the Madonna del Soccorso and, nearby, one of the seven crosses.
The watering hole called "Pane di Mezza Mare"is very interesting, pass it and you’ll reach the crossroads of Terman, where you will have to proceed right downhill towards the Lomia huts. You cross, then, the stream Camoggia (called "Mill" from pigresi) and continuing uphill, you reach the few houses of Serta (m.830 above sea level) and, after that, Corniga (m.760 above sea level). This was an ancient village of shepherds and smugglers, whose houses and barns have been recently restored preserving the characteristic stone walls and cobbled streets. The small church with porch dedicated to St. Anne is delicious, dated 1631 and, located behind it there is the nevera. From Corniga you can go to the Alpe of Colonno (m.1322 asl) in about an hour and a half along a sunny and very scenic dirt track through the village of Solasco. (It should be noted that the difference in height between Corniga and Alpe of Colonno is about 600 m.)

Die Strecke, die vom Platz der Società Operaia (890 m ü.d.M.) bis nach Corniga führt, ist leicht begehbar und verläuft durch Kastanien- und Buchenwälder; nach etwa 100 Metern kommt man zur kleinen Kapelle der Madonna del Soccorso und gleich in der Nähe zu einem der 7 Kreuze.
Von wirklichem Interesse die Tränke mit dem Namen „Panée da Mezzacavala“. Nach ihr gelangt man zur Kreuzung Terman, an der man rechts bergab zu den Häusern von Lomia geht.
Weiter geht es über den Fluss Camoggia (von den Pigresern „Mulino“ genannt) bergauf zuerst zu den wenigen Häusern von Serta (830 m ü.d.M.) und schließlich nach Corniga (760 m ü.d.M).
Die Häuser und Ställe des ehemals von Hirten und Schmugglern bewohnten Dorfes wurden vor kurzem unter Beibehaltung der charakteristischen Steinmauern und gepflasterten Straßen renoviert.
Wunderschön die kleine, der Heiligen Anna geweihte Kirche mit Bogengang von 1631 und dahinter das Eishaus.
Von Corniga aus kann man in ungefähr eineinhalb Stunden zur Alm Alpe di Colonno (1322 m u.d.Ü.) gelangen auf einem landschaftlich wunderschönen sonnigen Feldweg, der durch die Ortschaft Solasco führt. (Der Höhenunterschied zwischen Corniga und L’Alpe di Colonno ist ca. 600 m)

Dati Alpe di Colonno via Corniga

Lunghezza: 5.8 km
Dislivello max: 620 m (- 160 m)
Durata: 2 ore circa

Percorrere sentieri di montagna richiede calzature ed indumenti adeguati, valutazione delle proprie attitudini e capacità fisiche.
Attenzione ai cambiamenti di tempo.

Argegno - La Mulattiera

La mulattiera seppur comoda e larga, è lastricata di sassi.

La discesa anche se è un po' lunga e ripida, non è impegnativa e ammirando il panorama verso Dizzasco e Sant’Anna, in breve tempo si arriva a Muronico, frazione di Dizzasco.

L’abitato è bello e ben tenuto, ma soprattutto da qui si gode un bellissimo panorama sul paese di Argegno e sul lago di Como, che per quante volte lo si guardi da questa prospettiva, continua a meravigliare e stupire ogni volta.

Dati Mulattiera per Argegno
Lunghezza: 4.4 km
Dislivello massimo: 645 m
Durata: 1.5 ore circa

Belvedere di Pigra

Percorso facile di circa 600 metri e con minimo dislivello.

Dalla rotonda Antelami proseguendo dritto costeggiando “Villa Peduzzi”, si imbocca il sentiero, posto a sinistra.

Dopo aver costeggiato il parco di proprietà della villa, in circa 15 minuti si giunge al “Belvedere” che offre un panorama veramente spettacolare:
vista sulla Val d’Intelvi (Sasso Gordona, Schignano), sul ramo di Como (Laglio, Nesso, Argegno) sul monte San Primo e triangolo lariano, fino al centro del lago di Como (Lezzeno, Bellagio, Varenna, Isola Comacina, villa Balbianello) che ha come sfondo le Grigne, il Pizzo dei Tre Signori, il Monte Legnone.

Dati sentiero Belvedere
Lunghezza: 600 m
Dislivello massimo: 80 m
Durata: 15 min circa

Il sentiero che porta al Belvedere è il più vicino e corto partendo dalla Funivia.

Belvedere Pigra 01

Belvedere Pigra 02

Partendo dalla fuivia il percorso e di circa 650 m con un dislivelo max pari a 50 m.

Si percorre la strada asfaltata che dalla funivia porta al Paese e quando si arriva alla rotonda "Antelami" si prende a destra la "via alla Villa".

Si scende per il tratto asfaltato fino all'ultima casa, quando poi si trova una deviazione a sinistra e si devia per il sentiero.

Il sentiero è a volte stretto a volte largo e costeggia la cinta della villa Peduzzi. E' impossibile sbagliare, il tracciato porta diretto al Belvedere in cui si potrà (dopo i lavori che verranno eseguiti a maggio 2014) ammirare una vista spettacolare. 

La vista comprende parte della Valle Intelvi (Sasso Gordona), il ramo del Lago di Como fino a Laglio, Nesso, Argegno, il Monte San Primo, Lezzeno, Bellagio, Varenna, Grigna, Grignetta, Pizzo dei Tre Signori, Penisola e Isola Comacina.

 

Strada di Mezzo

Il sentiero della Strada di Mezzo è il più semplice dopo quello che raggiunge il Belvedere.

Mappa della Strada di Mezzo

Inizio della strada di MezzoBstrada di Mezzoisogna percorrere le strade di Pigra fino alla sommità del paese e raggiungere il bivio tra la Strada dei Monti, la Strada di Mezzo e La strada Militare che porta ai rifugi alpini (Alpe di Colonno, di Sala, Ossucccio, Boffalora e Venini), quindi si inizia a percorrere il sentiero che stà sulla destra.

La totalità del sentiero rimane piana, da qui la denominazione di "Strada di Mezzo".

torrente sulla strada di mezzoLa lunghezza è di circa quattro chilometri e si snoda sui crinali e vallate di boschi di conifere dapprima e successivamente dei faggi. Il dislivello massimo, una volta raggiunta la sommità del paese è meno di 100 metri.

Se siete fortunati potete raccogliere qualche porcino o finferlo.

fontanino della strada di mezzoIl sentiero nella prima parte è abbastanza curato con muri in pietra a secco a volte sostituiti da altri in cemento in grado di agevolare il passaggio di piccoli fuoristrada o piccole automobili a trazione integrale (panda).

Un po' dopo la metà del percorso è possibile ammirare un antico fontanino creato per l'abbeveraggio delle capre e delle pecore ora utile ai cervi, alle volpi e ai cinghiali.

Successivamente la stradina si trasforma in un vero e proprio sentiero adatto al solo passeggio. fine della strada di mezzoLa quiete viene solo interrotta dai romori del bosco, qualche uccello o dallo scroscio di alcuni torenti.

Share This

Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Accesso Utenti